"Amori e tradimenti di un prete di strada" di don Antonio Mazzi


Don Antonio Mazzi si racconta nella sua unica autobiografia ufficiale

autobiografia-don-antonio-mazzi_cover

05/10/2017       LIBRI

Ancora un libro di don Antonio Mazzi!?! Sì, ma questa volta è la sua autobiografia: finalmente si può capire cosa ha in quella testa così bacata da proporre idee e pensieri che fanno impazzire alcuni e arrabbiare altri, tanti altri.

Soprattutto però mette a nudo il suo cuore, un cuore grande, così grande da riempirsi di tutte le debolezze, le fragilità, le schifezze che gli altri volentieri schivano o fanno finta di non vedere.

È da questo cuore che sono nate le “carovane”, gli “avamposti”, Exodus; è questo cuore che ha fatto camminare e continua a far camminare – a ottant’anni suonati da un bel pezzo – don Antonio Mazzi.
E allora, a noi e a te, don Antonio, ancora “tanta buona strada”!


Don Antonio Mazzi, Amori e tradimenti di un prete di strada, Edizioni San Paolo 2017, pp. 170, euro 16,00.


DON ANTONIO MAZZI, nasce a Verona nel 1929; termina gli studi classici nel 1950 presso il seminario vescovile di questa città, mentre quelli teologici e filosofici li conclude a Ferrara nel 1955. Il 26 marzo 1956 è ordinato a Ferrara sacerdote nella Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, fondata da san Giovanni Calabria. Nel 1979 è chiamato a dirigere il Centro di formazione professionale di via Pusiano (Milano), a ridosso del Parco Lambro. Nel 1984 fonda il Gruppo Exodus per recuperare i tossicodipendenti che avevano trasformato uno dei più bei parchi d’Italia nel più grande ipermercato europeo dell’eroina. Dal 1996 è presidente della Fondazione Exodus onlus che gestisce e coordina una trentina di strutture sul territorio nazionale e internazionale. Svolge attività di comunicazione sociale, di formazione, di promozione di percorsi personalizzati con bambini, adolescenti, giovani e famiglie, di prevenzione e cura delle tossicodipendenze e delle forme di grave disagio sulla base di un approccio di tipo educativo. Ben nota è la sua attività di pubblicista in importanti testate giornalistiche (Gente, Famiglia Cristiana, Vita Pastorale…) e televisive. I suoi titoli più recenti sono: È severamente proibito fare figli; Ho perso i chiodi; Non mollare; Lettere a Cristo Bambino; Le parole di papa Francesco che stanno cambiando il mondo; Don Mazzi dà i numeri; Spinocchio.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato