"Ascolto, via al dialogo" di Adriano Patti


ascoltovialdialogo_cover

21/09/2018       LIBRI

Adriano Patti, del silenzio ha analizzato il senso, lungo la sua produzione saggistica, non rendendolo però fine a se stesso, ma quale possibilità iniziale per giungere all’ascolto dell’altro, e al dialogo con l’altro.

Partendo dal testo biblico e attraversando poi ampia parte della tradizione occidentale, l’autore analizza in sezioni ben distinte, ma che si inseguono e si intrecciano profondamente, questi due temi: l’ascolto, che sfocia nel dialogo e il dialogo, che nasce da e rimanda a un buon ascolto dell’altro.

Di una società profondamente individualistica come la nostra, in cui tutti gridano pur di farsi ascoltare e pochi ascoltano veramente, questo libro offre il rovescio della medaglia, aprendo a nuove prospettive di incontro sia personale, che sociale, che politico: o decidiamo di tornare a parlarci dopo esserci ascoltati, o non sapremo più camminare insieme, né come civiltà, né come cultura.

Un testo ricco, importante, utile sia per chi è personalmente in ricerca di una profonda riflessione personale sui valori della comunione e dell’alterità, sia per chi si occupa di educazione e di formazione.


Adriano Patti, Ascolto, via al dialogo, Edizioni San Paolo 2018, pp. 240, euro 20,00.


ADRIANO PATTI, nato a Genova nel 1959, è magistrato dal 1985, attualmente in Corte di Cassazione; è autore di numerose opere giuridiche nell’ambito del diritto fallimentare. Da anni è impegnato nell’educazione alla legalità con incontri nelle scuole superiori e con gruppi di giovani e adulti. Proprio in esito a questo lavoro formativo sul campo, ha comin-ciato anche a riflettere sui temi del silenzio, dell’ascolto e del dialogo. Tra le sue opere non strettamente giuridiche, ricordiamo Itinerari di silenzio (Mimesis, 2015).


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato