"Brutte storie bella gente" di Gianfranco Mattera


Incontri ordinari di una professione straordinaria

bruttestoriebellagente_cover

18/01/2018       LIBRI

Amare e drammatiche, ma anche sorprendenti e commoventi, ironiche e appassionate. Questa raccolta di storie vere raccontate con piglio letterario presenta le sfide quotidiane di un assistente sociale: un uomo impegnato a fronteggiare le problematiche delle persone comuni che si rivolgono ai servizi di assistenza.

La povertà, l’immigrazione, la malattia psichiatrica, la solitudine, l’handicap, la separazione, l’affidamento familiare. Questi, tra gli altri, i temi di scottante attualità trattati dal punto di vista di chi nei servizi sociali ci lavora.

A ciascuno di essi corrisponde un volto, una persona: un’avventura di sofferenza e di coraggio.

Con una scrittura asciutta e incisiva, rinunciando a ogni tentazione di autocelebrazione della professione, Gianfranco Mattera ci apre alla conoscenza di un mondo sconosciuto andando oltre gli stereotipi e i luoghi comuni.

Gianfranco Mattera, Brutte storie bella gente – Incontri ordinari di una professione straordinaria, Edizioni San Paolo 2018, pp. 168, euro 16,00.

GIANFRANCO MATTERA (Ischia 1975), trentino d’adozione, ha vinto il primo premio del concorso di racconti inediti Grenzen Frontiere (2013), ha pubblicato la raccolta di racconti Anna e i Burattini (Curcu e Genovese, 2014) e il romanzo di formazione I Fiori di Parigi (Alpha Beta Verlag, 2016). Nel settore sociale vanta una ventennale esperienza professionale. Prima in qualità di educatore presso dormitori, comunità di recupero e strutture psichiatriche; successivamente, come assistente sociale, ha lavorato in vari enti pubblici del Trentino ed è attualmente dipendente del Comune di Trento. Ama dire del suo lavoro che ha il privilegio di guardare il mondo attraverso gli occhi dei bambini e di conoscere la vera miseria e la vera grandezza della società in cui viviamo.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato