“Il contrario di mio” di Marco Pozza


Sfumature randagie sul Padre nostro.

ilcontrariodimio_cover

20/04/2018       LIBRI

Una stoffa ricamata con un intreccio di parole. Opera d’artista, di cesello. Il Padre nostro è l’unica preghiera firmata da Cristo. La inventò, tutta nuova, dopo che gli amici fecero pressione: «Signore, insegnaci a pregare» (Lc 11,1). Afferrò al volo sette parole quotidiane – nome, regno, volontà, pane, debiti, tentazione, male – e le organizzò, come covoni di grano, attorno alla parola padre. Detta proprio così, a voce alta, con un imbarazzo inusitato: nacque «questa affettuosa conversazione tra i figlioli e il Padre che è dappertutto» (P. Mazzolari).

Nessun’altra preghiera, nei secoli, riuscirà più convincente del Pater, quasi una sorta di riconoscimento di coloro che seguono Cristo.

Il contrario di mio è la lettura, dissacrante e profonda, di questa antichissima preghiera: un’operazione di smontaggio e rimontaggio, alla riscoperta di una bellezza erosa dall’abitudine.

Come sfondo e compagnia, un acquerello di sfumature randagie raccolte nei Vangeli. Perché, dopo aver pregato il Pater, il contrario di mio non sarà più tuo.


Marco Pozza, Il contrario di mio. Sfumature randagie sul Padre nostro, Edizioni San Paolo 2018, pp. 194, euro 15,00.


MARCO POZZA (1979) è sacerdote, teologo e parroco di una patria galera nel Nord-Est dell’Italia. Ha scelto di abitare le periferie più estreme, dove il contrasto tra vita e morte è più ardito. Il suo sito internet – www.sullastradadiemmaus.it – è un crocevia di ragazzi che incontra nelle scuole, nei teatri e nelle piazze e con i quali spezza il pane della Buona Novella attraverso l’analisi del quotidiano.

Ha esordito con Penultima lucertola a destra (MariettiScuola, 2011) al quale hanno fatto seguito altri due romanzi: Contropiede (San Paolo, 2012) e Il pomeriggio della luna (Aracne, 2016).

Con una trilogia sulla figura di Cristo – L’imbarazzo di Dio (2015), L’agguato di Dio (2016) e L’iradiddìo (2017), tutti editi da San Paolo – diventa uno degli autori spirituali più interessanti a livello nazionale.

Vincitore del Premio speciale Biagio Agnes 2016, assieme ad altri tre sacerdoti conduce la rubrica «Le ragioni della speranza» su RaiUno. Nel 2017, con Andrea Salvadore, ha ideato e condotto per Tv2000 Padre nostro, programma in nove puntate che ha avuto come ospite fisso Papa Francesco. Dal programma è nato poi il libro Quando pregate dite: Padre nostro (LEV - Rizzoli, 2017) scritto a quattro mani con il Sommo Pontefice.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato