“Il metodo per amare. Un’inchiesta” di Luciano Moia


L’Humanae vitae cinquant’anni dopo. Prefazione di Maurizio Gronchi.

ilmetodoperamare_cover

12/06/2018       LIBRI

L’anniversario del mezzo secolo da una parte, l’urgenza di tornare a riflettere sul tema della contraccezione dall’altra, dopo quanto detto e “non” detto da Amoris laetitia, oggi ci invitano a riprendere in mano l’Humanae vitae e a discuterne più apertamente. L’autore affronta questo lavoro in forma dialogante, proponendo sei domande sulla genesi e sulla storia dell’ultima enciclica di Paolo VI. E altre sei per tentare di comprendere circostanze, conseguenze e questioni aperte in relazione ai temi da essa sollevati e oggi ancora in gran parte irrisolti. Il tono pacato e la piana disamina delle questioni storiche, teologiche e pastorali che accompagnano la lettura del libro consentono di concludere che il cammino delle famiglie continua lungo la strada aperta dal Concilio Vaticano II, proseguita con Humanae vitae e più recentemente con Amoris laetitia.


Luciano Moia, Il metodo per amare. Un’inchiesta. L’Humanae vitae cinquant’anni dopo, Edizioni San Paolo 2018, pp. 144, euro 14,00.


LUCIANO MOIA è da oltre vent’anni caporedattore del mensile di Avvenire dedicato alla famiglia, prima Noi genitori & figli, ora Noi famiglia & vita. Nello stesso quotidiano è stato anche responsabile della redazione Catholica (informazione religiosa) e poi della redazione Interni (cronaca e politica nazionale). In precedenza ha lavorato per un decennio a il Giornale di Montanelli, poi a La Voce e L’Eco di Bergamo. Ha scritto una ventina di saggi tra cui: Famiglia, morale, bioetica con il cardinale Dionigi Tettamanzi (Piemme, 1999); Figli televisivi? (San Paolo, 2001); Crescere insieme. Genitori e figli adolescenti alla scoperta dell’età adulta (Elledici, 2002) e La famiglia la parrocchia la pastorale. Storie vere di famiglie aperte alla Chiesa e al mondo (San Paolo, 2004). Ha curato gli ebook di Avvenire, Le bugie del gender (2015) e Amoris laetitia. Un anno formidabile, 8 aprile 2016-8 aprile 2017.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato