“Le ultime parole di Gesù. Sigillo di tutta la sua vita” di Enzo Bianchi


Le meditazioni per la Pasqua di un grande maestro spirituale

le-utlime-parole-di-gesu_cover

01/03/2018       LIBRI

Nella storia della spiritualità, soprattutto in occidente, a partire dal XII secolo si è praticata la devozione alle ultime parole, sette precisamente, dette da Gesù in croce prima di morire.

Con questo libro Enzo Bianchi si inserisce, con sapienza, all’interno dell’ampia schiera di commentatori delle sette parole, rispettando le diverse profondità dei singoli vangeli da cui sono estratte. Gesù in croce con queste parole legge il male con gli occhi di Dio, lo guarda in faccia, lo chiama sete, tenebra, abbandono. Queste ultime parole di Gesù rendono eloquente la parola, quella della croce, che rivela la sapienza di Dio, follia e scandalo per gli intellettuali, salvezza per i credenti.

È cosa buona ricordare, meditare, pregare le ultime parole di Gesù in croce, ma senza dimenticare che, nell’intenzione degli evangelisti, sono soprattutto parole che preludono alla resurrezione.


Enzo Bianchi, Le ultime parole di Gesù. Sigillo di tutta la sua vita, Edizioni San Paolo 2018, pp. 112, 7,90 euro.


ENZO BIANCHI fondatore della Comunità Monastica di Bose, è autore di numerosi testi, tradotti in molte lingue, sulla spiritualità cristiana e sulla grande tradizione della Chiesa, scritti tenendo sempre conto del vasto e multiforme mondo di oggi. Collabora con La Stampa, La Repubblica, Avvenire, L’Osservatore Romano, Jesus, Vita Pastorale e, in Francia, con La Croix, Panorama e La Vie. Autore di diversi libri come Spezzare il pane (Einaudi, 2015), Raccontare l’amore (Rizzoli, 2015), Gesù e le donne (Einaudi, 2016), per le Edizioni San Paolo ha pubblicato, tra gli altri: Il Padre Nostro (2014); Vivere è Cristo (2014); Perché pregare, come pregare (2014); L’amore scandaloso di Dio (2016); Il Vangelo celebrato (con Goffredo Boselli, 2017).


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato