"Monastero senza mura. Lettere dal silenzio" di John Main


monasterosenzamura_cover

02/03/2018       LIBRI

Il monachesimo, con la sua storia di preghiera e meditazione, può offrire ancora qualche stimolo al mondo contemporaneo e a donne e uomini sempre più “tecnologizzati”?

Da questa domanda, concreta e incarnata nella storia di oggi, partì alcuni decenni fa (1977) l’esperienza del benedettino John Main, che cominciò a insegnare un metodo cristiano per la meditazione, basato sulla riscoperta del silenzio e sulla ripetizione di un’unica parola, così importante per i cristiani: Maranatha.

Questa esperienza di preghiera e meditazione condivisa dai monaci con i laici offre, da allora, non solo a questi ultimi uno spazio di vita “contemplativa”, ma ha consentito negli anni anche ai monaci di ricomprendere la loro stessa vita religiosa e spirituale alla luce dell’annuncio del Vangelo in un tempo “difficile per Dio”.

Dall’esperienza di John Main e del suo discepolo e continuatore Laurence Freeman è nata la Comunità Mondiale per la Meditazione Cristiana, divenuta un vero e proprio Monastero senza mura con membri in più di cento nazioni.
Questa collezione delle lettere di John Main, rivista e curata da Laurence Freeman, fu inizialmente pubblicata in due volumi: Letters from the Heart (Cross- road, 1982) e The Present Christ (Darton, Longman & Todd, 1985). Questa edizione è stata rivista per portare il pensiero di Main all’attenzione dei lettori contemporanei.


John Main, Monastero senza mura. Lettere dal silenzio, Edizioni San Paolo 2018, pp. 320, euro 22,00.


JOHN MAIN (1926-1982), nato a Londra da genitori irlandesi, divenne monaco benedettino dopo aver prestato servizio diplomatico in Estremo Oriente e aver insegnato legge al Trinity College di Dublino. Su invito dell’arcivescovo di Montreal, nel 1977 fondò una nuova comunità benedettina di monaci e laici che si dedicarono alla pratica e all’insegnamento della meditazione cristiana. Nel 1991 fu fondata la Comunità Mondiale per la Meditazione Cristiana, “monastero senza mura”, formata e nutrita dalla pratica di meditazione, e nata per condividere questo dono con gli altri. La Comunità mondiale è ora presente in 126 Paesi.
Tra le sue opere tradotte in italiano: Dalla parola al silenzio (1995); La via della non conoscenza (1996); Imparare a meditare nella tradizione cristiana (2004); Il cuore della creazione (2006); La via della meditazione (2008); Abbracciare il mondo (2013); Il silenzio e la quiete (2015).

Laurence Freeman OSB, monaco benedettino della Congregazione degli Olivetani, è la guida spirituale della Comunità Mondiale per la Meditazione Cristiana.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato