“Telemaco non si sbagliava” di Luigi Maria Epicoco


“O del perché la giovinezza non è una malattia”. Prefazione di Massimo Recalcati.

telemacononsisbagliava_cover

07/06/2018       LIBRI

Il “complesso di Telemaco”, figlio che attende il padre Ulisse per poter ritrovare anche se stesso e il proprio ruolo nel mondo – secondo la lettura che del mito ha offerto Massimo Recalcati opponendola al “complesso di Edipo”, figlio che, invece, uccide il padre – è l’immagine con la quale questo libro si apre, per introdurci a riflessioni decisive e necessarie per la nostra cultura odierna, a questi anni complessi, dai quali le figure di paternità e figliolanza sono uscite “con le ossa rotte”.

Alla suggestione offerta dall’Odissea, don Luigi Maria Epicoco fa seguire la rilettura di alcuni personaggi biblici (veri prototipi dei padri e figli che anche noi siamo), di alcune relazioni paterne/filiali, offrendo al lettore un percorso inedito e sorprendente, in vista di una reinterpretazione della questione giovanile come opportunità e non più e solo come problematicità.

Gesù è, in questa riflessione, l’immagine più significativa di una giovinezza che funziona e in cui definitivamente l’opportunità di essere figlio si realizza nel compimento liberamente “scelto” e non subito della relazione con il Padre.

Nel tempo in cui la Chiesa si raduna in Sinodo proprio attorno alla tematica dei giovani, il testo ne delinea un’antropologia positiva, liberata e liberante: quella di cui troppo a lungo abbiamo patito l’assenza.


Luigi Maria Epicoco, Telemaco non si sbagliava. O del perché la giovinezza non è una malattia, Edizioni San Paolo 2018, pp. 180, euro 16,00.


LUIGI MARIA EPICOCO (1980). È sacerdote della diocesi di L’Aquila, insegna Filosofia alla Pontificia Università Lateranense e all’ISSR “Fides et ratio” di L’Aquila. Direttore della residenza universitaria “San Carlo Borromeo” a L’Aquila e parroco della parrocchia universitaria di San Giuseppe Artigiano. Si dedica alla formazione e alla predicazione specie per la formazione dei laici e dei religiosi, tenendo conferenze, ritiri e corsi di esercizi spirituali. Tra le sue ultime pubblicazioni: Qualcuno accenda la luce. Conversazioni sull’Enciclica Lumen Fidei; La Misericordia ha un volto. Il giubileo della Misericordia secondo papa Francesco; Solo i malati guariscono; La stella, il Bambino, il viandante; Quello che sei per me; Sale, non miele.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato