In libreria dal 10 marzo "Fame" di Gianni Garrucciu


"Una conversazione con papa Francesco alla luce dei dati della Fao arricchiti da analisi, commenti, testimonianze". Con interventi di: David Beasley, Direttore esecutivo del World Food Programme – WFP; Nicoletta Pisano, giornalista; Zita Weise Prinzo, OMS; Andrea Cattaneo, FAO; Darine el Khatib e Chef Simon, Ambasciatori FAO; Carlo Petrini, Slow Food; Claudia Zichi, ricercatrice

fame_cover

06/03/2020       LIBRI

«Vede, il pericolo è che a poco a poco diventiamo immuni alle tragedie degli altri e le consideriamo come qualcosa di naturale: sono così tante le immagini che ci raggiungono, che noi vediamo il dolore ma non lo tocchiamo, sentiamo il pianto ma non lo consoliamo, vediamo la sete ma non la saziamo. E, mentre cambiano le notizie, il dolore e la fame e la sete non cambiano, rimangono».
Papa Francesco

 

“La fame nel mondo non è naturale né ovvia, viene usata come arma di guerra”. Papa Francesco è diretto quando parla di uno dei temi fondamentali della vita del pianeta.

Il libro di Gianni Garrucciu, partendo dagli ultimi dati ufficiali della FAO, dà volti e storie a numeri che fanno paura, ma che non possiamo più evitare: 821 milioni di esseri umani oggi patiscono la fame.

Partendo da una lunga conversazione privata con Papa Francesco, Garrucciu stimola il lettore penetrando acutamente, insieme al Pontefice, nei più sottili anfratti della riflessione sulla malnutrizione, sull’insicurezza alimentare e sui suoi paradossi.

A sostegno delle parole di Francesco, ecco poi seguire il racconto del direttore esecutivo del WFP David Beasley; di due economisti della FAO, di un medico della OMS, che ogni anno studiano ed elaborano dati e pubblicazioni sul tema della fame.

Garrucciu porta i lettori dentro il problema con passione e attenzione ai dati di realtà, raccolti fra i testimoni più importanti delle Istituzioni mondiali, i volontari e gli abitanti delle zone più a rischio del pianeta. La questione della fame, infatti non riguarda solo la descrizione delle sofferenze, ma anche la volontà di riscatto sociale ed economico.

Ne viene un libro ricco, che cattura il lettore con la forza dei dati e della narrazione, e che obbliga a pensare a quello che vogliamo essere e che vogliamo che il mondo intorno a noi sia in futuro.

Gianni Garrucciu, Fame. Una conversazione con papa Francesco alla luce dei dati della Fao arricchiti da analisi, commenti, testimonianze, Edizioni San Paolo 2020, pp. 208, euro 18,00

 

Gianni Garrucciu nato a Sassari nel 1954. Una lunga carriera in Rai. Laureato in lettere, giornalista, saggista, scrittore. Docente di Storia e Tecnica della Radio all’Università di Sassari. Dal suo esordio in Rai, all’età di 12 anni, ha lavorato in diversi quotidiani, e collaborato con le maggiori testate nazionali televisive e radiofoniche. Conduttore di telegiornali e giornali radio, ha operato con autorevoli firme del giornalismo, in campo regionale e nazionale, per Radio1 e Radio2. Per anni ha seguito i viaggi di diverse personalità del mondo politico, sociale, culturale e religioso, compresi Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Appassionato di teatro, ha recitato testi di Eduardo e di Pirandello. È autore di diversi saggi, tra cui, per RaiEri: Buonasera ovunque voi siate, breve storia degli 80 anni della Radio (2004) e Giovanni Paolo II. L’Uomo che ha cambiato gli uomini (2006); Renzo Arbore. Vita, opere e (soprattutto) miracoli (2013). Tra i premi ricevuti: Milano International, Firenze Culture della Pace, Città di Cattolica, Lucca Autori, Batti-Libro Massa Carrara, La Navicella della Pace, Premio Quasimodo, Premio Francesco Petrarca.


Scarica il comunicato

Scarica l'allegato